Terme in Val d'Orcia
Una vacanza in totale relax

Azienda Agraria Chiarentana di Donata Origo

Per cosa è famosa la Val d’Orcia? Per il suo magnifico territorio, che è ormai da anni Patrimonio dell’Umanità UNESCO, per le cittadine e i borghi ricchi di storia, arte e cultura, per le innumerevoli bontà enogastronomiche e anche per un’altra immensa ricchezza naturale: le terme.

In questa piccola porzione di Toscana, nel suo estremo sud, quasi al confine con Umbria e Lazio, si trovano, nel giro di pochissimi chilometri, ben sette località termali!
Quindi, è inevitabile dire che la Val d’Orcia sia la meta ideale per chiunque desideri una vacanza in totale relax, per di più immersa nel verde di territori magnifici, gustando tutti i giorni ottimo cibo e sorseggiando straordinari vini.

Bagno Vignoni


Partiamo nel nostro immaginario viaggio alla scoperta delle terme della Val d’Orcia da Bagno Vignoni, la meta forse, fra tutte, più caratteristica. Al centro del piccolo borgo, infatti, si trova una enorme vasca di acqua termale in cui si specchiano tutti gli edifici circostanti, creando un gioco di luci, colori e riflessi estremamente affascinante.

Perchè visitare bagno Vignoni

Purtroppo in questa suggestiva location è vietata la balneazione, ma si può usufruire dei benefici dell’acqua termale nello stabilimento che si affaccia anch’esso sulla piazza, le terme di Santa Caterina, mentre Le terme libere si trovano sotto il Parco dei Mulini.

Bagni San Filippo


Poco distante da Bagno Vignoni e in prossimità del Monte Amiata troviamo Bagni San Filippo.
Le terme libere di Bagni di San Filippo si trovano in mezzo a un bosco incantato e prendono il nome di Fosso bianco, dal candore delle pietre che, assieme alle ricchissime acque termali, danno vita a vasche e cascate.

Rapolano Terme


Spostandoci verso Siena troviamo le Terme di Rapolano, le cui acque sono indicate per i trattamenti dermatologici e di bellezza della pelle e per i trattamenti dedicati all’apparato motorio e all’apparato respiratorio.

Petriolo


Sempre nel senese, nel comune di Monticiano, troviamo le famosissime terme libere di Petriolo, seconde in fama solo a Saturnia. Sono, infatti, frequentate, come testimoniato dai testi storici, dall’epoca romana.

Saturnia


A Saturnia spetta, forse, il primato di celebrità, non solo locale, ma anche nazionale.
Questa stupenda località termale è situata in provincia di Grosseto ed è meta tutto l’anno di migliaia di turisti. Da vedere assolutamente le cascate di acqua sulfurea del torrente Gorello che alimentano le magnifiche vasche termali naturali.

San Casciano dei Bagni


Al confine con il Lazio e l’Umbria si trova lo splendido borgo di San Casciano dei Bagni. Lo stabilimento termale è situato nelle incantevoli campagne che circondano il paese, dove si trovano anche una miriade di sorgenti termali naturali e libere, come il Bagno Grande.

Chianciano


Sempre in questa zona troviamo anche le famose terme di Chianciano, le cui acque sono apprezzate sin dell’epoca etrusca e romana, già allora note per le loro proprietà benefiche sul fegato. Sono cinque le sorgenti che alimentano queste terme: Acqua Santa, Acqua Santissima, Acqua Fucoli, Acqua Sillene e Acqua Sant’Elena.











Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta
info@chiarentana.com